Ultima modifica: 27 luglio 2018
I.T.T.L. "Caio Duilio" > News > Progetto “Apprendimento attivo-Fisica”

Progetto “Apprendimento attivo-Fisica”

Il progetto è stato finalizzato all’incremento delle competenze pratico-teoriche in fisica, e realizzato attraverso la riparazione e il restauro di alcuni vecchi strumenti, ormai inutilizzabili, facenti parte del laboratorio didattico di fisica.

Questo approccio ha permesso di includere, insieme alle nozioni prettamente teoriche anche nozioni storiche e pratiche relative a strumenti e materiali utilizzati e ciò al fine di sviluppare competenze trasversali e abilità mentali di base, attraverso l’attivazione di metodi di apprendimento flessibili che colleghino la formazione in aula con l’esperienza pratica.

Il progetto, curato dal Prof. Anoldo Antonino (docente interno) e dal Prof. Ulderico Wanderlingh (Dipartimento MIFT-UNIME) si è svolto nell’arco di sette giorni, per un totale di venti ore, presso il laboratorio di Fisica del “Istituto Nautico Caio Duilio”. Avvalendosi del supporto dell’officina meccanica del Dipartimento di Matematica, Informatica, Fisica e Scienze della Terra, e della collaborazione  dell’ assistente tecnico, sig. Piera Petrugaro, sono state restaurate la Macchina di Wimshurst e il Rocchetto di Ruhmkorff. Sono state anche effettuate minori riparazioni alla raccorderia di una Pompa da Vuoto, agli emisferi di Magdeburgo e alle parti mobili di un Pendolo di Kater al quale sono state ricostruite  una massa ed un coltello che risultavano mancanti.

Alla fine del lavoro di ripristino entrambi gli apparecchi risultavano perfettamente funzionanti.

La “novità” dell’attività realizzata e l’uso di abilità pratiche ha coinvolto i ragazzi, che hanno mostrato un notevole spirito di iniziativa e un buon senso del lavoro di gruppo.

 

Vai alla PhotoGallery

Print Friendly, PDF & Email

Accessibility